Cerca nel blog

domenica 23 novembre 2008

Maestrale

"La nebbia agl'irti colli
Piovviginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mar" G. Carducci

sabato 22 novembre 2008

La Ciaccia Extreme Wave 1^ giornata

Si è svolta ieri la prima giornata del Valledoria Extreme Wave, seconda tappa del campionato italiano wave. Il titolo della regata azzecca in pieno la giornata caraterizzata da condizioni veramente estreme. Fin dal primo mattino il mare è spazzato da un vento fotonico, superiore ai 35 nodi costringendo gli atleti ad utilizzare vele non superiori ai 4 mq. La situazione è molto difficile, sottoriva il vento è un po rafficato mentre fuori è una vera bomba atomica, il vento cosi forte non è l'ideale alla Ciaccia che regge bene fino ai 30 nodi ma va bene lo stesso, a largo (ma anche meno a largo) arrivano ogni tanto onde-mostri mutanti inviate direttamente dalla casa di messer satanasso ma fortunatamente nessun atleta (fino a quando ero presente) è stato ingoiato da uno di questi, anche se ci sono riuscite le onde parenti...Lo skipper meeting viene chiamato e verso le 11 inizia la gara dove saranno valutate tre surfate e due salti, molti degli altleti entrati in acqua fanno l'errore di andare molto sottovento rendendo non poco difficile il lavoro della giuria nel valutare le prestazione, mentre la zona X quella dove si possono prendere bombe da surfare che risulta sopravento alla giuria viene utilizzata da pochi e scafati atleti..
La gara sembra ben organizzata, purtroppo un sasso blocca la moto d'acqua dell'assistenza che si fa in quattro (a bracciate) per dare assistenza a tutti quelli che hanno staccato il biglietto per la scogliera di Maragnani. Tra gli atleti è presente anche una ragazza, Francesca, l'unica esponente del gentil sesso, frequentatrice normale di Pischina, La Ciaccia e Porto Pollo, entra tranquillamente in acqua anche in queste condizioni (dove molti maschietti preferiscono stare a terra) mostrando un coraggio da leonessa !!
In gara anche dei giovanissimi che hanno dato filo da torcere agli anzianotti...
Nel pregara ho scambiato due chiacchere con Pischedda, vincitore della prima tappa, che sente il peso della gara, infatti nella prima tappa è entrato in acqua con la tranquillità di una tipica uscita a Pischina, ora invece sente addosso tutta la tensione.... Anche Mariotti, local della Ciaccia, è chiaramente nervoso mentre Rosati sorride tranquillo e Gasperini sembra carico a mille. Nel frattempo in mare si vedono pazzi che fanno salti incredibili, si vede un forward altissimo, esitato, che quasi diventa un doppio più salti ad altezze aereonautiche, non riconosco chi è ma potrebbe essere Zecca, un italiano trapiantato alle Canarie, dove le manovre aeree a quelle altezze sono la regola.
Nel frattempo il tempo passa e la voglia di entrare è tanta, entrare alla Ciaccia non è possibile in quanto la zona migliore è campo di gara quindi alle 14 vado via a Platamona per farmi le mie orette in acqua.
Sul tardi arrivano i risultati della prima giornata che danno vincente Pischedda, secondo Rosati e terzo Mariotti, quindi c'è da attendere la manche di oggi per vedere come andrà a finire, il vento stamane è veramente esagerato e pare che arrivi da NW, in queste condizioni alla Ciaccia non è bello, ma si consideri che sarebbero condizioni uguali a Sylt quindi poche lamentele se si è campioni e via in acqua!!
In questo link trovate un po di foto, purtoppo ho una macchinettina e mi devo arrangiare, di alcuni non conosco i nomi pertanto segnalate

giovedì 20 novembre 2008

La Ciaccia ready to the game!!


Un Signore, babbo di un noto ragazzo di Nazareth ci ha fatto un bel dono per i prossimi giorni.... vento a volontà (grazie di tutto questo grazie), pertanto domani tappa campionato italiano wave alla Ciaccia, con le migliori condizioni di vento che ci potessimo sognare, io vado e se si può entro in mare
aloha

venerdì 7 novembre 2008

La Ciaccia Wave

Forse a metà prossima settimana arriva la bomba!!! affilare le pinnette please!!